L’Epopea Del Country Rock

L'epopea del country rock

di Sergio D’Alesio

…il cantante si porta dietro una montagna di ricordi, sensazioni ed epopee personali indimenticanbili, talvolta immortali, rivalutate a distanza di anni da altri musicisti nuovi, in una eterna e affascinante saga, immune dei tempi e delle mode. Il significato più profondo di tutto ciò travalica l’aspetto storico-discografico, entrando nel patrimonio culturale e popolare di ogni nazione… (Sergio D’Alesio)

MUSICAMERICA/4
Collana diretta da Paolo Ruggeri

Finito di stampare nel novembre 1982
LATO SIDE EDITORI

Lire 12.000

Difficile accoppiare due generi musicali così differenti com il “country” e il “rock”: il primo,l’espressione dello spirito agreste dei pionieri d’America, sinonimo di falò notturni nei canyon rocciosi o nel deserto costellato di cactus; l’altro, l’apoteosi della tecnologia e dell’elettronica applicate alla musica, la voce amplificata dell’uomo urbanizzato. Eppure il “country-rock” ci riesce, ed anche con notevole successo, a giudicare da alcuni dei suoi protagonisti: Neil Young, Jackson Browne, i Byrds, i Buffalo Springfield, CSN&Y, gli America, i Flying Burrito Bros, J.J.Cale, James Taylor, John Denver, Jesse Colin Young, Emmylou Harris, Linda Ronstadt, tanto per citare solo una dozzina degli oltre 130 artisti di cui si parla in questo libro. “Capiscuola”, “cantautori”, “gruppi”: queste le tappe fondamentali di una cavalcata mozzafiato nel territorio sconfinato del country-rock. Per la prima volta un panorama completo per soddisfare le curiosità di ogni appassionato: riferimenti critici, notizie inedite, aneddoti, retroscena, nonché una discografia completa e aggiornata per ognuno degli artisti presi in esame, e un ricco apparato fotografico. Un dizionario da consultare, ma anche un libro piacevolissimo, un appassionante romanzo… un’epopea, appunto.
Sergio D’Alesio. esperto critico del settore, collaboratore di “Rockstar” e “Stereoplay”. ha già pubblicato, sempre per la Lato Side, varie monografie, tra cui quelle dedicate a Bruce Speingsteen e Jackson Browne.

I Capiscuola
La storia evolutiva della musica contemporanea può essere disegnata a scale, terrazze, cicli ascensionali ed inevitabimente decadenti. Asimov l’etichetterebbe cosmostoriografie dei pianeti musicali. In effetti rock, reggae, country, new wave e via discorrendo sono cellule colorate di dimensioni sonore a se stanti, rarefatte ed esoteriche a tal punto che spesso l’esperto di un settore finisce per ignorare o volutamente escludere gli altri. In pratica si chiude criticamente nel suo campo: ma non è il nostro caso.Il country-rock nasce per definizione dei giornalisti americani, dopo i primi espenmenti dei Byrds, Gram Parsons & The International Submanne Band, Dillard & Clark & co, attorno al 1966. In pratica è una fusione del rock’n’roll e del mondo della pop-music con le radici tradizionali del country & western di Nashville. Questo, almeno, fu il progetto di base, la visione che animò un esercito di musicisti, bands e cantautori negli anni 60. Nacquero a ruota Byrds, Buffalo Springfield, Poco, Flying Burrito Brothers con le successive diramazioni, incesti, allievi poi diventati maestn (è ti caso degli Eagles). La mappa che vi proponiamo parte ovviamente dalla saga dei capiscuola: si tratta di una settorizzazione strettamente personale (gratificata al settanta per cento dalla stampa internazionale) su quelli che furono i primi alchimisti tondatori del movimento.All’incirca nel ’71, dopo l’affermarsi di miti come CSN&Y, Eagles e Jackson Browne, l’industria prese in mano le redini del gioco boieottando, distruggendo e rovinando progressivamente gran parte della pnma sana colonizzazione sonora del countryrock, che può lactlmente datarsi nel quadriennio 1968/’71. II music-business, la tendenza a ridurre ogni canzone nei canoni dell’easy listening e l’Impellente necessità di sopravvivenza ha finito per esautorare gran parte delle energie country-rock, rimaste in vita negli anni settanta. La saga del country-rock non è una fiaba dal lieto tine: a partire dal ’75 il novanta per cento degli artisti con cliché country-rock ha cessato l’attività o è stato costretto ad autoeliminarsi creativamente per esigenze di mercato.Dopo il boom commerciale e critico degli esordi, questo tipo di musica ha ristagnato per anni, abbandonandosi a blande e monotone ripetizioni di schemi déjà vu. Gli stessi gusti dei mass-media, dei teen-agers e della società studentesca ed operaia americana hanno subito un cambiamento di rotta, tornando nostalgicamente al rock’n’roll, alla musica disco e preferendo i canoni gentili e protumati dell’easy listening radiofonico. Resta intatta, a morale della favola, la lunga ed avventurosa storia dei capiscuola del country rock e dei loro figli che sono gli unici esponenti degni di passare alla memoria dei posteri con il target purissimo offerto da questa dimensione musicale. Lo stesso reviva! di cui hanno beneficiato alcuni di essi (CSN&Y, The Byrds) deve, purtroppo, essere imputato al novanta per cento a stimoli commerciali di rilancio.La nostra epopea si apre con un segno di gratitudine devoluto a tutte queste anime elevate che seppero, pur per un breve lasso di tempo, dirottare il corso noioso e standardizzato della musica rock, aprendo le tintInnanti frontiere del West per portare nuove vibrazioni a specchio della loro immagine di spiriti liberi. The Byrds, The Buffalo Springfield, Dillard & Clark Expedition, Neil Young, Gram Parsons, Manassas, The Flying Burrito Brothers, CSN&Y, Eagles, Roger McGuinn, Gene Clark, Poco, McGuinn Clark & Hillman e Jackson Browne hanno disseminato il loro cammino artistico di stelle sonore e sogni galattici di rara bellezza, a testlmomanza di un ideale unico, volto al totale rinnovamento del panorama rock contemporaneo. Tredici nomi (avviati nelle alte stere dell’olimpo sonoro tridimensionale) geniali, coerenti ed innovatori come nessuno saprà più essere…

I CAPISCUOLA
The Byrds
Buffalo Springfield
Dillard & Clark Expedition
The Flying Burrito Brothers
Gram Parsons
Crosby,Stills,Nash & Young
Manassas
Roger McGuinn
Gene Clark
Neil Young
Eagles
Poco
McGuinn,Clark & Hillman
Jackson Browne

Dimensione cantautore
La nostra indagine tenta di rivelare i mille volti di questa immensa dimensione sonora. Si è cercato di analizzare le singole carriere di una miriade di cantautori, con relativa discografia, attraverso stralci d’interviste e punti-chiave della loro vita artistica.Quella del songwriter è una vita strana, spesso alienante, e per taluni è diventata l’ultima spiaggia, dopo l’insuccesso o lo sfaldamento dei relativi gruppi d’appartenenza. Ognuno vive di luce propria con alti e bassi, illustrando un microcosmo fatato e sognante o spesso crudo e reale: molti dei nomi qui riportati sono scomparsi dalle scene o morti tragicamente (come Jim Croce), lasciando un’eredità di canzoni e testimonianze di un’epoca che stenta a tramontare. Al contrario dei gruppi del country-rock, il cantante si porta dietro una montagna di ricordi, sensazioni ed epopee personali indimenticanbili, talvolta immortali, rivalutate a distanza di anni da altri musicisti nuovi, in una eterna e affascinante saga, immune dei tempi e delle mode. Il significato più profondo di tutto ciò travalica l’aspetto storico-discografico, entrando nel patrimonio culturale e popolare di ogni nazione. Molti lettori resteranno stupiti dallìassenza -in questa parte- di nomi notissimi quali Bob Dylan (il gran sacerdote dell’opera Desire), nonchè di Joni Mitchell, Joan Baez e Bruce Cockburn che, tra gli altri, hanno per un certo periodo o con qualche lavoro specifico contribuito alla diffusione di questo tipo di musica, ma, come già dicevano in apertura, la nostra epopea ha voluto essere, si un’opera-base essenziale, ma anche l’espressione di alcune vedute “personali”. Buon viaggio!

DIMENSIONE CANTAUTORE
Eric Andersen
Skip Battin
David Blue
Karla Bonoff
Terence Boylan
Jimmy Buffett
J.J.Cale
Guy Clark
Lee Clayton
Ry Cooder
Greg Copeland
Jim Croce
David Crosby
Christopher Cross
Rodney Crowell
Chris Darrow
John Denver
Ned Doheny
Dane Donohue
Jonathan Edwards
Joe Ely
Dan Fogelberg
Steve Forbert
Glenn Frey
Richie Furay
Gib Floyd Gilbeau
Steve Gillette
Andrew Gold
Steve Goodman
Arlo Guthrie
Dirk Hamilton
Emmylou Harris
Greg Harris
John Hartford
Don Henley
Chris Hillman
David James Holster
Tom Jans
Doug Kershaw
Kris Kristofferson
Bill La Bounty
Nicolette Larson
Bernie Leadon
Gordon Lightfoot
David Lindley
Kenny Loggins
Ian Matthews
Delbert McClinton
Murray McLauchlan
John Manning
Randy Meisner
Jim Messina
Michael Murphey
Larry Murray
Graham Nash
Michael Nesmith
Danny O’Keefe
Gene Parsons
John Prine
Rick Roberts
Linda Ronstadt
Tom Rush
Doug Sahm
Buffy Sainte-Marie
John B.Sebastian
Judee Sill
John David Souther
B.W.Stevenson
Gary Stewart
John Stewart
Stephen Stills
James Talley
Ian Tamblin
James Taylor
Jack Tempchin
Townes Van Zandt
Loudon Wainwright III
Jerry Jeff Walker
Clarence White
John Buck Wilkin
Jesse Winchester
Jesse Colin Young
Warren Zevon

I GRUPPI COUNTRY ROCK
Alabama
Alpha Band
Amazing Rhythm Aces
America
Asleep At The Wheel
Batdorf & Rodney
Cochise
Country Gazette (Berline,Munde)
Crazy Horse
David Crosby,Graham Nash
Dan England & John Ford Coley
Firefall
Fools Gold
Hearts & Flowers
Henry Paul Band
DIMENSIONE CANTAUTORE
Eric Andersen
Skip Battin
David Blue
Karla Bonoff
Terence Boylan
Jimmy Buffett
J.J.Cale
Guy Clark
Lee Clayton
Ry Cooder
Greg Copeland
Jim Croce
David Crosby
Christopher Cross
Rodney Crowell
Chris Darrow
John Denver
Ned Doheny
Dane Donohue
Jonathan Edwards
Joe Ely
Dan Fogelberg
Steve Forbert
Glenn Frey
Richie Furay
Gib Floyd Gilbeau
Steve Gillette
Andrew Gold
Steve Goodman
Arlo Guthrie
Dirk Hamilton
Emmylou Harris
Greg Harris
John Hartford
Don Henley
Chris Hillman
David James Holster
Tom Jans
Doug Kershaw
Kris Kristofferson
Bill La Bounty
Nicolette Larson
Bernie Leadon
Gordon Lightfoot
David Lindley
Kenny Loggins
Ian Matthews
Delbert McClinton
Murray McLauchlan
John Manning
Randy Meisner
Jim Messina
Michael Murphey
Larry Murray
Graham Nash
Michael Nesmith
Danny O’Keefe
Gene Parsons
John Prine
Rick Roberts
Linda Ronstadt
Tom Rush
Doug Sahm
Buffy Sainte-Marie
John B.Sebastian
Judee Sill
John David Souther
B.W.Stevenson
Gary Stewart
John Stewart
Stephen Stills
James Talley
Ian Tamblin
James Taylor
Jack Tempchin
Townes Van Zandt
Loudon Wainwright III
Jerry Jeff Walker
Clarence White
John Buck Wilkin
Jesse Winchester
Jesse Colin Young
Warren Zevon

6 commenti su “L’Epopea Del Country Rock

  1. che bello leggere queste parole, trovare in questo profilo i miti che hanno accompagnato, mitigandola, la mia relazione con la vita. Byrds, Flyng Burrito Brothers, Dillard&Clark, ma soprattutto Gene Clark, Gram Parsons,Clarence White, Rick Roberts, John Denver, muse ispiratrici senza tempo del rapporto intimo con la natura. Grazie

  2. A 32 anni di distanza dall’uscita del mio libro L’EPOPEA DEL COUNTRY-ROCK, ho mantenuto la promessa scrivendo un saggio di approfondimento, intitolato EAGLES LA LEGGENDA DEL COUNTRY-ROCK. Edito da Aereostella, le 160 pagine offrono una profonda analisi critica.descrittiva di 50 anni di musica americana (1964-2014) che ripercorrono le cronache della scena americana sull’onda della carriera degli EAGLES. Nel libro si parla in contemporanea del fenomeno evolutivo del country-rock descrivendo le registrazioni e l’influenza di gruppi capiscuola come The Byrds, Dillark & Clark Expedition, Poco, The Flying Burrito Bros, Manassas, Souther.Hillman.Furay Band, CSN&Y e molti altri gruppi pioniere dei primi anni ’70. Uno spazio rilevalente è riservato al mondo dei cantautori da Jackson Browne a Danny O’Keefe, John David Souther, David Blue, Jack Tempchin e cento atri che in un modo o nell’altro hanno incrociato la loro strada con quella degli Eagles. Il testo è arricchito da una ricca appendice, denominata SETTE AQUILE D’ORO che svela i retroscena della carriera solista dei sette musicisti coinvolti nella band con annessa discografia
    dettagliate, le session più importanti e una libera traduzione italiana di circa 40 canzoni. Un must imperdibile per i cultori del settore…
    Sergio d’Alesio

    • Ciao Sergio. E’ con sincera emozione che leggo il tuo post. E’ possibile che tu non lo sappia ma “L’Epopea del Country-Rock” per me e per tanti altri appassionati è considerato come la Bibbia della musica Country-Rock-Folk. E’ proprio da quel libro che io e tanti amici e conoscenti siamo partiti per intraprendere un viaggio dentro la musica d’autore d’oltre oceano che per la maggior parte di noi si concluderà solo con la nostra dipartita. E con gli anni tanti di quei personaggi scritti sul tuo libro, per noi considerati leggende, si sono materializzati. Li ho incontrati e c’ho fatto pure due chicchere. Oggi alcuni li ho amici su Facebook, segni di un mondo in continua mutazione. Quindi che dire. A casa ne ho almeno 3 copie e semmai dovessi trovarne altre nei mercatini di libri usati non esisterei a comprarle. Per molti potrebbe apparire un libro semplice, un vademecum, un elenco di nomi e discografie. E lo è. Ma non solo. Dentro c’è qualcosa di più che gli appassionati di un certo tipo di musica, come me, hanno saputo individuare ed apprezzare. Piccole cose come alcune traduzioni scelte e frasi che ci hanno accompagnato per decenni e che oggi non esitiamo a proporre ai nostri figli che tra uno smartphone ed una puntata di X-Factor ci guardano confusi ma anche affascinati nel vederci parlare di certi autori dimenticati con tanta passione. Sono convinto che anche questo serva a qualcosa e sia positivo. Non mancherò di regalare per Natale “Eagles-La leggenda del Country-Rock” e di promuoverlo dove posso. Grazie per il tuo appassionato e sincero contributo alla musica. See you soon… “La musica fa provare delle sensazioni… le persone pagano per vederti provare delle sensazioni, perchè forse hanno troppa paura per provarle loro. Io cerco di non essere il centro dell’attenzione: voglio essere uno specchio e lasciare che siano loro a sentire” (Eric Andersen 1981)

      • Sergio d’Alesio replica in argomento

        La RAI Radio 2 nella trasmissione WAKE UP REVOLUTION presenta l’intervista di Sergio D’Alesio relativa al suo recente libro EAGLES – LA LEGGENDA DEL COUNTRY-ROCK. Chi non l’ha ascoltata in diretta l’11 dicembre 2014 può ascoltarla sul link per il podcast. http://www.wakeuprevolution.rai.it/…/Page-c56be405-fc8e-48e…#

        Un consiglio. mettete sul web la copertina del libro visibile on line su tutti i portali librari e non..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...